Sabato, 14 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Da BMW versione speciale CS della sportiva M2

Costruita in 2.200 esemplari per tutto il mondo, la nuova BMW M2 CS rappresenta per sportività la nuova punta di diamante del modello. Questa serie speciale abbina a una particolare grinta estetica numerose soluzioni tecniche che contribuiscono a esaltarne ulteriormente le performance, a partire da un'evoluzione del suo 6 cilindri in linea di 3,0 litri, potenziato sino a 450 Cv. Questa proposta sarà anche la base per la vettura da competizione BMWm2cs Racing, destinata a competere nelle corse amatoriali BMW M Motorsport e nella nuova serie Clubsport.

La M2 CS è caratterizzata da un ampio utilizzo della fibra di carbonio, sia per il cofano di forma specifica con generose prese d'aria, sia per l'intero tetto, oltre che per il nuovo splitter anteriore e il diffusore posteriore.

Il motore M TwinPower Turbo sviluppa, appunto, una potenza massima di 331 kW/450 Cv superiore di 40 Cv rispetto alla precedente top di gamma M2 Competition. L'auto adotta sospensioni adattive M, fino ad ora appannaggio dei modelli M4 che consentono al guidatore di modificare le impostazioni dell'ammortizzatore attraverso le modalità Comfort, Sport e Sport +. Quest'ultima è quella adatta alla pista: minimizza i movimenti del corpo vettura e massimizza il comportamento dinamico per le massime prestazioni in pista. I freni sono di tipo M Sport: più grandi della standard, presentano all'anteriore dischi di diametro di 400 mm, al posteriore di 380 mm, con pinze rispettivamente a sei e a quattro pistoncini. In opzione si possono scegliere in materiale carboceramico.

La dotazione comprende il differenziale attivo M, un sistema di bloccaggio controllato elettronicamente che ottimizza la trazione e la stabilità e che, in determinate situazioni, funziona anche in modo proattivo. Nella guida in pista al limite, per esempio, consente un maggiore grado di slittamento delle ruote e aumenta il limite dinamico disponibile al pilota per permettergli di compiere dei sovrasterzi e sottosterzi più significativi, così come derapate moderate e controllate.

L'auto monta cerchi forgiati da 19 pollici in nero lucido o, in opzione, con finitura oro opaco che calzano pneumatici Michelin Pilot Sport Cup 2 nella misura all'anteriore 245/35 ZR 19 e al posteriore 265 /35 ZR 19. Se equipaggiata con l'opzionale cambio a doppia frizione a sette rapporti, la M2 CS può scattare da 0 a 100 km/h in 4,0 secondi, due decimi in meno rispetto alla configurazione con il manuale a sei marce. La velocità massima con il pacchetto M Driver è limitata elettronicamente a 280 km.

L'interno ha un aspetto sportivo, sottolineato dall'ampio uso di Alcantara. I sedili ultraleggeri sono quelli della M4 CS: hanno una struttura a guscio, sono rivestiti in pelle e Alcantara e sfoggiano cuciture a contrasto rosse che è un chiaro accenno al mondo racing.

Disponibile nell'esclusiva tinta metallizzata Misano Blue, la BMW M2 CS è proposta in Italia con prezzi che partono da 100.900 euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook