Lunedì, 26 Luglio 2021
stampa
Dimensione testo

Motori

Home Motori Suzuki in supporto alla Sanità Militare

Suzuki in supporto alla Sanità Militare

Suzuki, attraverso Difesa Servizi S.p.A., società in house del Ministero della Difesa, ha consegnato oggi a IGESAN – Ispettorato della Sanità Militare – due Vitara Hybrid 1.4 Top 4WD AllGrip. Le auto saranno a disposizione degli hub vaccinali per l’attività di distribuzione e consegna dei vaccini anti COVID. La consegna delle auto si è svolta

Suzuki, attraverso Difesa Servizi S.p.A., società in house del Ministero della Difesa, ha consegnato oggi a IGESAN - Ispettorato della Sanità Militare - due Vitara Hybrid 1.4 Top 4WD AllGrip. Le auto saranno a disposizione degli hub vaccinali per l'attività di distribuzione e consegna dei vaccini anti COVID. La consegna delle auto si è svolta a Villa Fonseca, a Roma, presso la sede dell'Ispettorato Generale di Sanità Militare. L'evento si è tenuto alla presenza di Fausto Recchia, Amministratore Delegato di Difesa Servizi S.p.A, ed è culminata nel passaggio simbolico delle chiavi dalle mani di Massimo Nalli, Presidente di Suzuki Italia, a quelle dell'AD Fausto Recchia e del Tenente Generale Nicola Sebastiani, Ispettore Generale della Sanità Militare. La missione assegnata alle due Vitara Hybrid AllGrip sarà di supportare nei prossimi mesi l'attività dei centri vaccinali. I due SUV di Hamamatsu potranno garantire la distribuzione e la consegna dei vaccini anti Covid-19 in quelle aree remote in cui una particolare mobilità è strategica come i fondi accidentati e nelle peggiori condizioni invernali.
"Per Suzuki Italia è un motivo di grande onore essere al fianco delle Istituzioni e delle Forze Armate, specie in un momento delicato come quello che sta vivendo il Paese." ha dichiarato Massimo Nalli, Presidente di Suzuki Italia, che ha anche aggiunto: "Siamo fieri che le nostre Vitara Hybrid dotate della celebre e affidabile trazione integrale Suzuki 4x4 AllGrip possano garantire la mobilità necessaria, nella distruzione dei vaccini nelle aree più difficilmente raggiungibili del territorio italiano, sempre nel rispetto per l'ambiente anche in condizioni critiche".
"Grazie a tutta la struttura della sanità militare per quello che ha fatto in questo periodo, dimostrando di essere un asse portante, un asse di tenuta del Paese che tutti i cittadini hanno riconosciuto - ha detto l'AD di Difesa e Servizi Fausto Recchia - Nell'emergenza la sanità militare ha rappresentato un punto di riferimento certo. Un ringraziamento anche a Suzuki che testimonia i sentimenti di tutti nel cercare di supportare le iniziative della sanità militare in questo momento così delicato. Anche noi di Difesa Servizi abbiamo fatto la nostra parte".
"Ricordo che Difesa Servizi è una leva a disposizione delle Forze armate, e l'impegno dell'azienda nei confronti della sanità militare è stato concreto. Abbiamo presentato un avviso pubblico al mercato per chi volesse fare test con le Forze armate, come in questo caso, la Suzuki ha affidato a Igesan i test dei suoi fuoristrada per supportarla nella lotta alla pandemia e negli ultimi due anni, nel bilancio 2019 e nel bilancio 2020, abbiamo destinato parte del nostro utile alla sanità militare: un milione nel 2019 e un milione e mezzo nel 2020 per un totale di 2,5 milioni" ha concluso.
"Ho trovato in Difesa Servizi un interlocutore costante, disponibile e silenzioso", ha detto il Tenente Generale Sebastiani, aggiungendo che "durante il periodo pandemico, fuori dai riflettori e con la stessa silenziosità, la società ha dimostrato generosità. Un ringraziamento al Ministro della Difesa Lorenzo Guerini per il suo pragmatismo, la disponibilità e per aver reso la Difesa un asset strategico per il sistema Paese nella gestione della pandemia. Colgo l'occasione, per ringraziare tutto il personale della Sanità Militare per l'impegno profuso nella lotta al Covid. Il sacrificio di tanti uomini e donne della Sanità in termini di tempo, famiglia, affetti al servizio del Paese, supportato adeguatamente dai Vertici militari con risorse e provvedimenti tempestivi, ha consentito di superare il difficile momento. La Sanità Militare si è confermata risorsa insostituibile". All'evento ha preso parte anche l'Onorevole Giuseppe Fioroni, Consigliere del Ministro della Difesa per la Sanità Militare, e il Direttore Generale di Difesa Servizi Dottor Luca Andreoli.
(ITALPRESS).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook