Lunedì, 20 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Motori

Home Motori Renault, nel primo semestre torna l’utile ma ricavi in calo

Renault, nel primo semestre torna l’utile ma ricavi in calo

PARIGI (ITALPRESS) – Renault chiude il semestre con un utile di 368 milioni di euro, rispetto ai -7,368 miliardi di un anno fa. I ricavi sono a 23,357 miliardi, in calo del 16,7% rispetto al 2019 e in aumento del 26,8% rispetto all’anno passato. Renault, spiega una nota del gruppo, dovrebbe raggiungere l’obiettivo di 2

PARIGI (ITALPRESS) - Renault chiude il semestre con un utile di 368 milioni di euro, rispetto ai -7,368 miliardi di un anno fa. I ricavi sono a 23,357 miliardi, in calo del 16,7% rispetto al 2019 e in aumento del 26,8% rispetto all'anno passato. Renault, spiega una nota del gruppo, dovrebbe raggiungere l'obiettivo di 2 miliardi di euro di riduzione dei costi fissi in contanti un anno prima del previsto, si è già a quota 1,8 miliardi di euro di cui 0,6 miliardi di euro nel primo semestre a confronto al 2019. Sui conti c'è un forte effetto positivo del prezzo netto (+8,7 punti sull'Automotive esclusi i ricavi di AVTOVAZ), in applicazione della nuova politica commerciale nell'ambito di "Renaulution". Il margine operativo + al 2,8% rispetto al -6,5% del primo semestre 2020, grazie a vendite globali in aumento del 18,7% nella prima metà del 2021 rispetto alla prima metà del 2020 ma ancora in calo del -24,2% rispetto al primo semestre 2019. Il free cashflow operativo automobilistico è prossimo al pareggio (-70 milioni di euro) mentre è in riduzione il debito netto Automotive per 0,8 miliardi. Gli effetti negativi della crisi dei componenti potrebbero portare a una perdita di produzione di circa 200.000 unità nel corso dell'anno, determinando un aumento dei prezzi delle materie prime.
Viene confermata la volontà di raggiungere la neutralità
carbonica in Europa entro il 2040. Luca de Meo, ceo del gruppo, ha commentato: "Questi risultati sono i frutti del nostro piano strategico Renaulution, focalizzato sulla redditività. Segnano solo il primo passo della nostra inversione di tendenza, che dovrebbe accelerare con l'arrivo dei nuovi veicoli in preparazione".
(ITALPRESS).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook