Lunedì, 22 Aprile 2019
stampa
Dimensione testo

Intestino, il 'sesto senso' del nostro organismo

Salute e Benessere
Il dottor Pier Luigi Rossi durante l'iniziativa promossa da Aboca 'La Buona Salute: intestino, alimentazione consapevole e biochimica della gioia'.
© ANSA

Ogni giorno mangiamo circa 2-3 chili di cibo solido e liquido. Dove passa questo cibo 'lascia il segno' sulla parete intestinale, sul sistema nervoso enterico, sul nervo vago. Lo ha spiegato il dottor Pier Luigi Rossi, medico e specialista in Scienza dell'Alimentazione, in Igiene e Medicina Preventiva, docente in diversi master universitari, alla prima tappa a Roma di un tour organizzato da Aboca in 10 città, 'La buona salute. Intestino, alimentazione consapevole e biochimica della gioia'.

L'intestino, lungo 5 volte la nostra altezza e che ha anche lui una preferenza, quella per l'amaro anche se 'sente' tutti i sapori, è il nostro 'sesto senso' come spiega l'esperto.
"Abbiamo cinque sensi e attraverso questi ci orientiamo nella scelta degli alimenti - evidenzia Rossi - che procurano tutte le stimolazioni sensoriali e sono in grado di produrre anche il piacere di mangiare. Cinque sensi coscienti: sentiamo il dolce, vediamo i colori. Il cibo poi continua a creare stimolazioni sensoriali nell'intestino stesso, che è il più grande organo sensoriale. Non siamo più coscienti di queste stimolazioni sensoriali perché l'intestino appartiene al sistema nervoso autonomo, svincolato dalla nostra conoscenza e volontà. Ma queste stimolazioni sensoriali ci sono, vengono recepite dal nervo vago che è il più grande e lungo nervo del nostro organismo e queste stimolazioni partono dall'intestino e salgono attraverso il nervo vago al cervello. Condizionando il nostro tono dell'umore. La nostra tristezza, la nostra vitalità. L'intestino è quindi il sesto senso del nostro organismo".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook