Venerdì, 18 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo

Vaccini, mezzo più efficace per prevenire l'influenza

Salute e Benessere
Un ambulatorio vaccinale
© ANSA

Secondo l'Oms, Organizzazione mondiale della sanità, la vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace per prevenire la malattia e le sue complicanze, ridurre la mortalità prematura in gruppi ad aumentato rischio.
    Ha una duplice finalità di proteggere l'individuo e al tempo stesso la collettività. Se n'è parlato alla prima edizione del Flu Summit - Alleati contro l'influenza promosso da Sanofi Pasteur, divisione vaccini di Sanofi.Sebbene la maggiore mortalità per influenza (circa il 90% dei casi) si verifichi persone di età superiore ai 65 anni, i casi gravi invece ricorrono molto frequentemente (con ricoveri in terapia intensiva) anche in coloro che sono al di sotto dei 65 anni. È importante proteggere anche i bambini, il principale vettore di contagio nelle famiglie (e negli anziani), ecco perché ad esempio la Gran Bretagna ha avviato una campagna vaccinale estesa a tutti i bambini sani, con riduzione del 90% delle visite mediche nei bambini e benefici indiretti anche negli adulti.
    Anche le donne in gravidanza rischiano complicanze importanti in questo delicato periodo, per questo la vaccinazione è raccomandata anche a loro. Infatti attraverso la propria vaccinazione proteggono se stesse ma anche il futuro neonato nei suoi primi mesi di vita, tramite il passaggio anticorpale, da conseguenze anche gravi dell'influenza. L'influenza rappresenta comunque un problema serio per tutti i soggetti indipendentemente dalla condizione di rischio. Come dimostrato da un recente studio, il rischio di ricovero per infarto acuto del miocardio aumenta di 6 volte in seguito ad un episodio influenzale. Un altro concreto contributo della vaccinazione influenzale riguarda l'impatto nei confronti della lotta all'antimicrobico resistenza, una delle principali sfide della medicina dei nostri tempi. Infatti, i dati ci dimostrano come in un contesto di copertura vaccinale alta e con un'offerta universale della vaccinazione si sia osservata una riduzione del 64% della prescrizione inappropriata di antibiotici in seguito ad un episodio di influenza. 
   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook