Sabato, 19 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo

Prosecco Conegliano Valdobbiadene +1,8% export nel 2017

Il Conegliano Valdobbiadene prosecco superiore Docg ha registrato nel 2017 una crescita nell'export dell'1,8% (+6,9% a valore).

L'Italia, secondo i dati elaborati dal Cirve di Conegliano, è il paese dove vengono "bevuti più calici" del Docg, ma il mercato estero comunque non lesina soddisfazioni.

Analizzando i paesi di tradizionale esportazione per lo spumante di Conegliano Valdobbiadene emerge che il Regno Unito è al primo posto con +36,5% a valore, seguito dall'Austria con +17,1% e, sempre in Europa, la Germania segna un +8,6%. L'export verso gli Usa chiude il 2017 con un +16,1%. Negli ultimi anni il Prosecco Superiore Docg è presente anche in paesi del nord e dell'est europeo in cui l'aumento di vendite è più che apprezzabile, ma il successo maggiore si ottiene in Russia con un +25,7% a volume. In Asia, nello specifico Cina e Hong Kong, il Prosecco Docg sigla un +1,3% che auspica di migliorare significativamente grazie ad attività di valorizzazione e formazione studiate per questi mercati.

"Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti, sia in Italia che all'estero - osserva il presidente del Consorzio Innocente Nardi -; continuiamo nel nostro intento di valorizzare il nostro prodotto coinvolgendo un pubblico sempre più ampio di neofiti che si avvicinano al mondo dell'enogastronomia di qualità, e nello stesso tempo testimoniano l'impegno dei produttori del Conegliano Valdobbiadene verso una sempre maggiore ricerca di innovazione". Nel frattempo gli oltre 3.000 viticoltori dei 15 comuni della Denominazione si preparano alla vendemmia 2018.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook