Domenica, 28 Novembre 2021
stampa
Dimensione testo

Terra e Gusto

Home Terra e Gusto Accordo Unicredit-Confagricoltura a sostegno della filiera agricola

Accordo Unicredit-Confagricoltura a sostegno della filiera agricola

ROMA (ITALPRESS) – UniCredit e Confagricoltura hanno firmato un accordo finalizzato a mettere in atto un’azione congiunta e sinergica per facilitare l’accesso al credito e accelerare i processi di innovazione e transizione ecologica delle imprese agricole italiane. L’intesa è stata firmata da Andrea Casini, responsabile Imprese di UniCredit Italia e dal presidente di Confagricoltura, Massimiliano

ROMA (ITALPRESS) - UniCredit e Confagricoltura hanno firmato un accordo finalizzato a mettere in atto un'azione congiunta e sinergica per facilitare l'accesso al credito e accelerare i processi di innovazione e transizione ecologica delle imprese agricole italiane. L'intesa è stata firmata da Andrea Casini, responsabile Imprese di UniCredit Italia e dal presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti. La collaborazione riguarda in particolare il sostegno e la valorizzazione, tramite specifiche iniziative creditizie e servizi consulenziali dedicati, delle filiere agricole e delle reti di impresa, nonchè la promozione e lo sviluppo di progetti legati all'innovazione, all'agritech e a migliorare la sostenibilità del business delle aziende del comparto, in ottica ESG. L'accordo prevede anche l'avvio di iniziative di formazione per accrescere la cultura creditizia delle imprese associate e facilitare un più ampio accesso agli strumenti di credito disegnati sulle reali necessità delle aziende, oltre a favorire la cultura della sostenibilità e la loro competitività. "L'agricoltura italiana sarà assegnataria nei prossimi anni di risorse pubbliche pari a circa 57 miliardi tra sussidi comunitari e contributi nell'ambito del Pnrr - ha spiegato Casini - Abbiamo davanti a noi l'occasione storica per accelerare il processo di innovazione e transizione ecologica del settore e l'accordo firmato oggi con Confagricoltura va proprio verso questa direzione. Un comparto che, con 735.000 imprese capillarmente presenti sull'intero territorio nazionale, è trainante per l'economia del Paese e contribuisce al Pil nella misura del 17% includendo l'intera filiera agroalimentare. Accelerare la sua trasformazione significa dare una spinta decisiva alla ripartenza in chiave sostenibile e digitale del Paese, in linea con il Pnrr". Per Giansanti "questo accordo, sviluppando una maggiore sensibilità in materia creditizia nelle imprese agricole, contribuisce a raggiungere gli obiettivi di transizione ecologica e di innovazione necessari a dare nuovo impulso all'economia italiana valorizzando il ruolo dell'agricoltura, ovvero produrre cibo di qualità per tutti, in modo sempre più sostenibile. Il tavolo congiunto nazionale con UniCredit promuove anche l'agritech agroalimentare - continua Giansanti - incentivando l'adozione di nuove tecnologie e permettendo pertanto alle imprese di essere maggiormente competitive sui mercati internazionali".
(ITALPRESS).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più letti
Oggi
  • Oggi
  • Settimana
  • Mese
X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook