Venerdì, 22 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo

In Italia si festeggia il turismo lento con il trekking urbano

Nell’anno del turismo lento sarà il viaggio alla scoperta delle acque il filo conduttore della giornata nazionale del trekking urbano. Da Trento a Lentini, da nord a sud, passando per le isole, giovedì 31 ottobre sarà possibile passeggiare in 49 città italiane alla scoperta di itinerari all’interno delle mura cittadine per scoprire luoghi unici a passo lento.

Al centro dell’edizione 2019, presentata questa mattina a Siena, il pellegrino viandante che potrà
andare alla scoperta di curiosità intrecciate con l’acqua, elemento vitale e centrale di ogni tempo. «Nell’anno del turismo lento - ha detto l’assessore al turismo del comune di Siena, capofila nazionale del progetto, Alberto Tirelli - la giornata del trekking urbano rappresenta l'opportunità di vivere le nostre città italiane, patrimonio storico e artistico di inimitabile valore, in modo consapevole».

L'itinerario senese, con partenze da piazza del Campo ogni quindici minuti dalle 14 alle 16, avrà come prima protagonista Fonte Gaia, legata a doppio filo con lo scorrere dell’acqua sotterranea; proseguirà poi alla scoperta di bacini, cisterne, fontane da ammirare in un giardino segreto. Altra tappa la fortezza medicea, per finire al museo dell’acqua, con incursioni teatrali di personaggi d’altri tempi.

Nato nella città del Palio nel 2003, il trekking urbano è una proposta di turismo lento che consiste in percorsi a piedi che toccano monumenti d’arte, punti panoramici, botteghe artigiane, mercatini, osterie di cucina tipica, praticamente tutti i luoghi dove è possibile entrare in contatto con gli aspetti più caratteristici della vita locale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook