Sabato, 23 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Matteo Salvini aggredito a Pontassieve, una donna gli strappa la camicia

Matteo Salvini aggredito a Pontassieve, una donna gli strappa la camicia

Aggredito durante il tour elettorale in provincia di Firenze. Il leader della Lega, Matteo Salvini, è stato strattonato da una giovane che gli ha strappato la camicia e anche la catenina che aveva al collo poco dopo il suo arrivo a Pontassieve.

Immediato l’intervento delle forze dell’ordine che hanno identificato la giovane in una ventenne originaria del Congo. Accertamenti sono in corso sulla ragazza da parte della questura che parla di una persona «in evidente stato di alterazione psico-fisica». Secondo una prima ricostruzione infatti non si sarebbe trattato di un gesto programmato.

La giovane, da quanto spiegato, era tra il pubblico che si era radunato per l’arrivo del leader della Lega. In base a quanto emerso dai primi accertamenti, la giovane, che stava tornado a casa dal lavoro, si sarebbe trovata casualmente in mezzo ai sostenitori della Lega che erano intorno a Salvini. A questo punto ne avrebbe approfittato per avvicinarsi al leader della Lega e afferrarlo per la camicia.

L’episodio, spiega sempre la polizia, sarebbe del tutto sganciato dalla manifestazione di protesta contro Salvini che pure è in corso a Pontassieve, alla quale stanno partecipando alcune decine di antagonisti.

Sarà denunciata dalla polizia nelle prossime ore, la donna di 30 anni che ha aggredito Salvini. Secondo quanto spiegato, le accuse che potrebbero esserle contestate, la cui esatta definizione è al momento ancora al vaglio dell’autorità giudiziaria, sono quelle di violenza privata, turbativa di comizio elettorale e resistenza a pubblico ufficiale.

La 30enne vive in Italia, dove ha anche conseguito una laurea, con regolare carta di soggiorno. Non risulta legata a nessun gruppo politico. Attualmente svolge il servizio civile presso la polizia municipale del comune di Pontassieve. Questa mattina ha incrociato Salvini e i sostenitori della Lega mentre tornava a casa poco dopo essere uscita dal lavoro. Secondo quanto spiegato dalla polizia, si è parata davanti al leader della Lega e lo ha afferrato per la camicia, urlandogli 'Io ti maledico'. Sempre in base a una prima ricostruzione della polizia, quando gli agenti della scorta sono intervenuti per allontanarla si sarebbe aggrappata alla camicia di Salvini, strappandogliela insieme al rosario. Ai poliziotti che ci hanno parlato dopo averla fermata avrebbe detto di essere stata preda di un momento di rabbia, che le avrebbe annebbiato la mente facendola agire in modo sconsiderato.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook