Giovedì, 09 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Noi Magazine

Home Video Noi Magazine Noi Magazine chiude la stagione 20-21: arrivederci a ottobre con l'inserto "giovane" della Gazzetta

Noi Magazine chiude la stagione 20-21: arrivederci a ottobre con l'inserto "giovane" della Gazzetta

Le emozioni di un anno vissuto intensamente sull'inserto Noi Magazine, dedicato ai giovani e all'istruzione, domani all'interno delle edizioni della Gazzetta del Sud di Messina, Reggio, Cosenza e Catanzaro-Crotone-Lamezia Vibo con l'ultimo numero della stagione 2020-2021. L'inserto ripartirà ad ottobre con una nuova stagione ricca di contenuti. I saluti della community legata al progetto "Gazzetta del Sud in classe con Noi Magazine" domani nel webinar che si terrà a partire dalle 10,30 in diretta sul canale youtube di Gazzetta del Sud, aperto dal presidente Ses Lino Morgante e dal direttore responsabile della Gazzetta Alessandro Notarstefano. L'evento, organizzato in collaborazione con l'Istituto comprensivo Manzoni Dina e Clarenza di Messina, sarà denso di interventi: presenti anche l'Ordine dei Giornalisti di Sicilia, con il presidente Giulio Francese; le Università di Messina, Cosenza, Catanzaro e Reggio Calabria, l'Ufficio scolastico siciliano- con il direttore generale Stefano Suraniti - e gli uffici provinciali di Messina e Reggio Calabria, le scuole siciliane e calabresi con dirigenti e studenti e le consulte studentesche calabresi.

Sull'edizione di Messina in prima pagina un'ampia carrellata, scandita dal pezzo di Rachele Gerace e dal collage realizzato dal fotografo della Gazzetta Rocco Papandrea, con tutti gli ospiti avvicendatisi durante i 25 incontri che ogni giovedì hanno visto i ragazzi confrontarsi con esperti e rappresentanti istituzionali. Presenti sulle pagine gli studenti del Comprensivo Manzoni Dina e Clarenza, istituto con il quale SES organizza il webinar di domani, che sottolineano come questo anno così difficile non sia stato per nulla perduto, ma anzi vissuto al meglio delle possibilità. Il Liceo Maurolico parte dalla cronaca per condurre un ampio excursus sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, mentre i liceali del Galilei colgono lo spunto della Giornata contro l'omofobia per ricordare che la battaglia per il rispetto deve essere condotta da tutti, con o senza un obbligo di legge. Il liceali dell'Archimede descrivono l'incontro web con Alberto Angela sull'antica Roma, aggiungendo poi un commento sulla sensibilità linguistica che discende da quella culturale. Gli studenti dell'Ic La Pira Gentiluomo esprimono la gioia di aver potuto svolgere un'attività in presenza ammirando le bellezze dello Stretto, mentre gli alunni dell'Ic Mazzini Gallo completano il loro lungo viaggio tra i monumenti di Messina con l'effigie di Don Giovanni d'Austria e le Fontane di via Cardines. L'Ic Enzo Drago racconta della vittoria al concorso internazionale sull'ecologia, mentre dal Comprensivo Paradiso si levano le note del progetto di apprendimento musicale che dopo la Primaria proseguirà alle medie. Bravissimi i baby giornalisti di quarta elementare dell'Ic Mazzini che hanno intervistato Teresa Pascarelli, la simpaticissima teacher Mrs Spelling della serie animata "Fumbleland- Mi è scappato un errore" su Rai Yoyo, mente i compagni più grandi hanno descritto l'emozionante viaggio siciliano di Dumas e Maupassant. Salute e corretta alimentazione, contro anoressia, bulimia e approccio distorto all'estetica, nei pezzi scritti dagli studenti dei Comprensivi Tremestieri di Messina e Giovanni Paolo II di Capo d'Orlando, mentre dal Comprensivo Torregrotta arrivano l'approfondimento sulle bellezze del nostro mare - grazie all'incontro con il Rotary Club e la Capitaneria di porto di Milazzo - l'intervista alla preside e l'annuncio dell'approdo in finale alla competizione matematica Kangourou. Dall'Ic Gravitelli Paino i bambini di quinta elementare salutano Noi Magazine, "compagno di viaggio", mentre gli alunni più grandi raccontano l'intenso incontro con la Fondazione Caponnetto sulle tematiche della legalità. Dal Collegio S. Ignazio un tuffo nella bioarchitettura, mentre il Liceo Empedocle coglie lo spunto da Focus per sottolineare l'importanza dei vulcani per la vita sulla Terra.

Il sociologo Unime prof. Marco Centorrino delinea il valore di un progetto, come quello legato a Noi Magazine, capace di recuperare sin dai banchi di scuola la giusta dimensione nell'approccio all'informazione di qualità, mentre nella pagina Atenei dello Stretto gli studenti di UniVersoMe sottolineano l'importanza della collaborazione all'inserto che ha arricchito i canali comunicativi della testata multiforme dell'Ateneo messinese. Sempre sulla stessa pagina l'avvio delle immatricolazioni, l'approvazione del piano sulla parità di genere e gli annunci di due eventi: il ricordo della strage di Capaci, sabato prossimo, e il terzo laboratorio di diritto sportivo che si terrà la prossima settimana.

E' un'ultima edizione quasi "monotematica" quella che scorre nelle pagine di Catanzaro, Crotone, Lamezia e Vibo, attraverso le quali la redazione "saluta" le scuole che hanno condiviso l'avventura di "Noi Magazine". Uno il filo conduttore: l'esperienza vissuta da ciascun istituto che ha deciso di raccontare e raccontarsi; ognuno con la sua visione e la propria personale testimonianza. Sentimenti, aspirazioni, impegno e, soprattutto, la "riscoperta" del piacere di leggere e scrivere, sempre condividendo.
Così ad iniziare dalla Scuola secondaria di primo grado di Nicotera e Joppolo che si "affida" alla penna di una studentessa per ripercorrere le tappe del progetto e i sentimenti vissuti in quello che viene definito «un sogno che si realizza». Un ritorno al "passato" e alla gioia di tenere in mano il giornale che ha appassionato anche gli studenti del Liceo classico "Morelli" di Vibo che già pensano al futuro e al prossimo anno. L'Ite "V. De Fazio" di Lamezia Terme, invece, racconta la sua passione per il turismo e la Calabria in cui ha fatto immergere i lettori in questi tre mesi di lavoro. Di impegno e resilienza nel percorso che ha unito le Consulte al progetto parlano, poi, gli studenti del coordinamento regionale e così anche il Liceo classico "Borrelli" di Santa Severina che si sofferma sulla forza delle parole nell'epoca in cui tutto scorre veloce in un mondo virtuale. Parole e informazione che «accorciano le distanze» secondo i ragazzi del Liceo scientifico "Berto" che riflettono sull'opportunità avuta nell'anno in cui il Covid ha tenuto chiusi in casa gli studenti. Un'avventura vissuta tra paure e la gioia del successo, quella che invece passa attraverso la narrazione del Liceo "Costanzo" di Decollatura. E condivisione è anche la parola chiave per i ragazzi del Liceo Campanella convinti che questa attività sia stato uno stimolo e un momento di crescita per tutti. Una "lezione" di giornalismo vissuta dall'Ipsseoa di Soverato come ulteriore tassello di apertura verso il territorio: l'ingrediente che fa la differenza per la formazione dei giovani, secondo l'Istituto alberghiero. Sulla stessa lunghezza, l'Istituto "Pertini-Santoni" di Crotone protagonista del progetto e dei webinar su cui si soffermano i ragazzi assieme agli insegnanti per analizzare il percorso che si sta per chiudere. Comunicazione che si collega all'arte nel contributo dell'Itt "Malafarina" di Soverato, che chiude l'edizione, parlando del valore sociale dell'arte nelle giovani generazioni.

Sull'edizione di Cosenza docenti e alunni dell’Istituto comprensivo “Giovanni Falcone” di Rende Quattromiglia anticipano il loro annuale ricordo della strage di Capaci previsto per il 23 maggio. Viaggi d’istruzione virtuali a Torino e in Puglia per l’Istituto comprensivo di Cariati. Gli studenti dell’Ipsia-Iti di Acri sono stati impegnati in un percorso speciale di alternanza scuola/lavoro in una tenuta in Puglia, mentre il Liceo acrese “Julia” è stato coinvolto nell’incontro nazionale “La giustizia adotta la scuola” promosso dalla fondazione “Vittorio Occorsio” in collaborazione con il ministero dell’Istruzione. Un’ex studentessa dell’Alberghiero “Mancini Tommasi” di Cosenza è stata protagonista ai Campionati della cucina italiana. L’Istituto comprensivo “Tommaso Cornelio” di Rovito a scuola di legalità alla scoperta della Costituzione repubblicana. Alunni dell’Istituto comprensivo di San Pietro in Guarano coinvolti nel progetto “Alice salva il pianeta” dedicato alla sostenibilità. Percorso di alternanza scuola/lavoro per i liceali di San Demetrio Corone in visita alla Banca d’Italia per scoprire il mondo del credito e delle banconote. L’Istituto d’istruzione superiore di Cariati ha vinto il concorso “La vita nascosta” con un video realizzato dagli studenti dell'Ipsseoa e dei Licei. Il Liceo scientifico “Scorza” di Cosenza presenta le attività che sta organizzando per l’estate. Esperienza virtuosa dell’Iiss Erodoto di Thurii di Cassano, nelle cui aule la creatività non è stata bocciata dalla Dad. La IIIA della Scuola secondaria di primo grado di Santa Sofia D'Epiro riflette sulla carenza di vaccini anti Covid per il continente africano.

In prima pagina sull'edizione di Reggio la passione per la lettura che si radica a scuola, trai banchi. Ed i ragazzi dell'Istituto comprensivo Giovanni XXIII di Villa San Giovanni raccontano come attraverso le pagine dei libri non solo si possano imparare tante cose ma si può anche vincere la noia. Argomento che viene affrontato anche dagli studenti dell'Ic Galluppi-Collodi Bevacqua che hanno condotto un percorso di lettura collettivo sulle orme dei classici universali. Al plesso Pirandello dell'Ic Falcomatà-Archi invece è stato affrontato il tema della parità di genere quale principio per vincere il fenomeno della violenza alle donne. Mentre il delicato e purtroppo attuale tema dello sfruttamento del lavoro minorile è stato analizzato dagli studenti dell'Ic Radice-Alighieri di Catona. L'educazione alle emozioni è stato il lavoro che ha visto impegnati i ragazzi dell'Ic San Francesco di Palmi, ragazzi che dopo aver studiato per diversi mesi Dante hanno anche allestito una vera e propria mostra di disegni. I piccoli dell'Ic Pascoli invece non solo hanno iniziato il loro percorso da lettori, ma hanno voluto cimentarsi anche nelle recensioni.
L'Università Mediterranea festeggia sulla pagina Atenei dello Stretto un nuovo traguardo con l'istituzione di un test center per le certificazioni informatiche.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook