Sabato, 03 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Noi Magazine

Home Video Noi Magazine Su Noi Magazine l'edilizia scolastica, i disturbi dell'apprendimento e #ioleggoperchè

Su Noi Magazine l'edilizia scolastica, i disturbi dell'apprendimento e #ioleggoperchè

Torna Noi Magazine, l'inserto "giovane" del giovedì pubblicato dal 1996 nelle quattro edizioni di Gazzetta del Sud: Messina-Sicilia; Reggio; Cosenza e Catanzaro-Crotone-Lamezia-Vibo e nato da un’idea del presidente e direttore editoriale di Ses Lino Morgante per offrire alle giovani generazioni uno strumento efficace di comunicazione e conoscenza.

L'inserto è il cuore del  progetto "Gazzetta del Sud in classe con Noi Magazine", giunto alla quarta stagione e patrocinato dall'Ordine dei Giornalisti di Sicilia e dall'ufficio scolastico, aperto a tutti gli istituti scolastici e agli Atenei di Sicilia e Calabria per incentivare tra i giovani l'interesse all'informazione di qualità, alla lettura critica, alla scrittura responsabile nel segno della legalità, dell'inclusione, dell'equilibrio di genere, dell'educazione digitale, delle tematiche ambientali, dell'internazionalizzazione.

ll progetto punta anche a valorizzare l'approccio multimediale all'attualità e viene veicolato su tutti i canali del network Ses: il giornale cartaceo, il sito web gazzettadelsud.it, la tv Rtp, la radio Antenna dello Stretto e i canali social. Al progetto è collegata la GDS Academy, ciclo di eventi web in presenza e in collegamento, trasmessi in diretta sul canale youtube della Gazzetta del Sud rendendo i giovani protagonisti del dialogo con esperti e rappresentanti istituzionali.

Edizioni del 10 novembre 2022

Tra gli argomenti condivisi sulle edizioni:

la rubrica Noi e la Privacy che accende in questa terza puntata i riflettori sulla tutela dei dati personali nel contesto scolastico, un'iniziativa che si inserisce nell'ambito della partecipazione di Società Editrice Sud al Manifesto di Pietrarsa, promosso dall'Autorità garante per la Protezione dei Dati Personali per incentivare azioni volte all'educazione digitale delle giovani generazioni;

il focus sul Piano nazionale della Scuola Digitale, con la "call to action" promossa dal Ministero dell'Istruzione, attraverso un questionario rivolto ai docenti da compilare entro il 15 novembre https://questionari.pubblica.istruzione.it/questionariV3/index.php/519882?newtest=Y&lang=it  per contribuire al percorso di aggiornamento del PNSD;

l'iniziativa #ioleggoperché, vissuta con grande partecipazione degli istituti scolastici per promuovere la lettura e il potenziamento delle biblioteche grazie allo straordinario meccanismo virtuoso attivato dall'Associazione italiana editori: acquistando un volume fino a domenica nelle librerie convenzionate lo si potrà donare ad una scuola.

Edizione Messina

Il tema di apertura è l'edilizia scolastica, con il focus sugli interventi realizzati in Sicilia nell'ambito del PO Fesr 2014-2020 che ha consentito di destinare 4,2 miliardi di euro a verifiche sismiche, opere di riqualificazione, aggiornamento tecnologico e distanziamento. Ampio spazio a Liberi di Scegliere e all'incontro di studenti e studentesse di Messina e della Calabria nell'auditorium Ses con il giudice Roberto Di Bella, che ha descritto il suo percorso di legalità rivolto in particolare ai giovani che vivono in contesti criminali, ma fondato su valori di universale condivisione: a ribadire la volontà d'impegno responsabile gli interventi del Liceo La Farina e dell'Ic Gravitelli Paino.

Il valore civico della giornata del 4 novembre è ricordato dall'Istituto superiore Copernico di Barcellona e dall'Istituto comprensivo D'Acquisto di Venetico, mentre sulla sostenibilità hanno lavorato studenti e studentesse del Liceo Maurolico di Messina, lanciando Eco-Me, un prototipo di città green che ha avuto enorme successo.

Il valore di un progetto come #ioleggoperché è sottolineato dal Liceo Archimede, mentre una interessante ricostruzione su Messina nella filatelia è stata realizzata dall'IIs Jaci prendendo spunto dal recentissimo francobollo Europa 2022, dedicato al mito tutto messinese di Colapesce.

Esordisce su questo numero la rubrica dedicata all'educazione finanziaria e promossa assieme alla Banca d'Italia, con un approfondimento sulle tante iniziative di sensibilizzazione dedicate alle scuole (come "Tutti per uno Economia per tutti!), ma non solo.

L'Istituto Impallomeni di Milazzo presenta i suoi progetti Erasmus mentre la Giornata della Gentilezza (13 novembre), è annunciata dal Comprensivo Cannizzaro Galatti di Messina che racconta anche un viaggio "spaziale", così come l'Ic La Pira Gentiluomo che ha studiato il cosmo realizzando poi un planetario. Sul Sole è incentrato il progetto scientifico svolto dalla Primaria dell'Ic Evemero mentre la riscoperta di un rito tradizionale come la vendemmia ha catturato l'attenzione di bimbe e bimbi dell'Infanzia del Collegio S. Ignazio.  I riflettori sull'ecosistema lacustre di Capo Peloro sono stati accesi dall'Anisn, l'associazione degli insegnanti di scienze naturali con un ciclo di incontri formativi.

Esperienze nella Capitale per il Liceo Galilei  di Spadafora, che assieme al Liceo Maurolico di Messina ha partecipato alla "staffetta letteraria", e per il Liceo Artistico Basile di Messina, che  racconta l'emozione provata alla cerimonia di premiazione della Biennale dei Licei artistici.

E spazio anche alle notizie istituzionali dal Ministero dell'Istruzione (miur.gov.it) e in particolare all'incontro del ministro Giuseppe Valditara con le organizzazioni sindacali del comparto istruzione.

Prosegue intanto il tour della legalità promosso dal Comando provinciale dei carabinieri di Messina nelle scuole della città e della provincia, ma anche con visite nelle caserme dell'Arma: ad esempio la Compagnia Messina Sud ha ospitato le classi dell'Ic Leopardi. Prossime tappe del tour: a Messina l’istituto superiore “Antonello” e quello comprensivo “Villa Lina”, nel rione Giostra, l’istituto “G. Catalfamo” a Santa Lucia sopra Contesse. In provincia: l’istituto di Istruzione Superiore “Isa Conti Eller Vainicher” di Lipari, l’Istituto Comprensivo “N.P. Balotta” del quartiere “Petraro” di Barcellona P.G., l’ITIS di S. Agata di Militello, l’Istituto Comprensivo “Bellini” di Patti oltre alle scuole di Graniti, San Fratello, Acquedolci, Cesarò, Santo Stefano di Camastra, Caronia, Mistretta e altri centri dell'area metropolitana peloritana.

Il sociologo Unime prof. Marco Centorrino approfondisce la notizia scaturita dalla classifica di Bloomberg secondo cui "Nutella batte Meta"... ma è poi davvero così?

Sulla pagina Atenei dello Stretto, la redazione di UniVersoMe, la testata giornalistica dell'Ateneo di Messina  propone una riflessione sull'"affollamento" digitale tra serie tv sulle piattaforme on demand, mentre prosegue Orientajunior, il programma di orientamento preococe del Dipartimento Scipog Unime che raggiunge numerose scuole della città e della provincia con incontri web, in colaborazione con l'associazione di ex allievi e allieve Alumnime e con lo stesso inserto Noi Magazine.

Edizione Catanzaro-Crotone-Lamezia-Vibo

Disturbi specifici dell'apprendimento: un focus del ministero dell'Istruzione apre l'edizione ponendo in risalto l'aumento delle difficoltà e la necessità di cogliere i segnali, nonché di una diagnosi precoce tra scuola e casa.

Nello stesso numero la rubrica del Liceo classico di Santa Severina (Kr) - Gossip e intrighi nel mondo antico - si sofferma su Cleopatra, la colta regina dei Tolomei ai piedi della quale caddero Cesare e Marco Antonio.

L'Alberghiero di Soverato, invece, racconta il progetto in corso da diversi anni sulla lettura, una quotidianità per l'Istituto che organizza anche incontri con gli autori.

Dalla Primaria di Curinga disegni e poesie sul tema della pace e della guerra da parte dei bambini e delle bambine, mentre il Liceo scientifico Berto di Vibo e le Consulte studentesche calabresi fanno il punto sull'esperienza vissuta al festival Leggere&scrivere svoltosi a Vibo.

Edizione Cosenza

Lettura fa rima con cultura. Non a caso sono le due parole chiave che figurano nella prima pagina dell’edizione cosentina. Merito dell’iniziativa dell’Aie #ioleggoperché che ha catalizzato l’interesse di numerose scuole del capoluogo e della provincia come l’Omnicomprensivo di San Demetrio Corone che ha dato vita a un evento legato ai libri e allo sport. Percorso simile seguito dall’Ipsia Iti di Acri e dall’IIs Della Valle di Cosenza. Lotta al bullismo e al cyberbullismo nella seconda pagina, con il convegno promosso dall’Iti Monaco in occasione della presentazione del progetto “Pollicino e Alice”. Il recupero delle tradizioni e l’incontro intergenerazionale è al centro dell’iniziativa dell’Ic Rende Quattromiglia che con “Orti in condotta” ha messo in connessione nonni e nipoti. Terza pagina dedicata ai disturbi specifici dell’apprendimento, tra i dati raccolti nell’approfondimento d’apertura e la ricerca effettuata dai curiosi allievi dell’Iti Acri. Spazio anche all’alleanza stretta tra scuola e famiglie grazie al contributo offerto dall’Iis di Cariati. Prosegue, intanto, il viaggio sul pianeta Astrofisica del Liceo Scorza che ha visitato la mostra proposta dall’Università della Calabria sul Sole. Dai viaggi spaziali a quelli… reali il passo non è poi così lungo: Vilnius, capitale della Lituania, è stata la meta dei docenti dell’Erodoto di Thurii di Cassano per il progetto “Erasmsus+”.

Edizione Reggio

Le ore di narrativa diventano appuntamenti attesi per imparare a viaggiare con la fantasia. All'Istituto comprensivo Giovanni XXIII di Villa San Giovanni si ripercorrono le avventure del gentleman inglese Phileas Fogg che tenta di circumnavigare il globo in 80 giorni. Tante attività per l'istituto comprensivo Radice Alighieri che ha avviato una riflessione sullo sviluppo sostenibile e sulla necessità di salvare l'ambiente dai cambiamenti climatici attraverso i documenti contenuti in un dvd donato dall'avvocata Eliana Carbone di concerto all'associazione Amici di Lilla. Non solo divertenti si sono rivelate le attività interdisciplinari della pixel art tra matematica, scienze, tecnologia, informatica e arte e immagine.
L'istituto Maria Ausiliatrice delle Salesiane ha aperto i cancelli al territorio per raccontare le diverse attività che vengono promosse nei percorsi scolastici, con un grande momento di festa che ha visto protagonista la comunità studentesca.
Una sperimentazione è stata avviata all'istituto comprensivo De Amicis-Bolani dove è stato avviato uno studio sulla letteratura calabrese. Un'attività con cui radicare l'identità e il senso di appartenenza al territorio attraverso le pagine dei libri di Alvaro, Perri, Seminara o Strati.
All'Università Mediterranea intanto si tracciano le prospettive di rilancio del territorio attraverso il sistema infrastrutturale dei Porti. Nel corso del Master del dipartimento Pau infatti si è tenuto un incontro che ha registrato la partecipazione dei vertici delle Autorità portuali del territorio reggino e messinese.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook