Domenica, 29 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Noi Magazine

Home Video Noi Magazine Su Noi Magazine la Scuola che si apre ai colori del mondo e che sa misurare… la felicità

Su Noi Magazine la Scuola che si apre ai colori del mondo e che sa misurare… la felicità

La Scuola che si sforza di accogliere e di migliorarsi ogni giorno campeggia in apertura su  tutte le edizioni del primo numero del 2023 di Noi Magazine, l’inserto “giovane” di Gazzetta del Sud che ritorna domani giovedì 12 gennaio dopo la pausa natalizia. L’approfondimento sulla scuola multiculturale è basato sui  dati forniti dal Ministero dell’Istruzione e del Merito in relazione alla presenza di alunne e alunni di nazionalità straniera nelle classi italiane, mentre il focus su una particolare sperimentazione  è condotto attraverso l’intervista a un dirigente scolastico veneto che ha applicato il metodo della valutazione narrativa alle scuole medie, introducendo anche la “misurazione della felicità” per alunni e alunne in un contesto che si cerca di rendere quanto più gradevole possibile per tutta la comunità scolastica.

Tra gli altri argomenti condivisi sulle edizioni torna la rubrica Noi e la Privacy, che annuncia l’avvio della campagna di comunicazione promossa dal Garante per la Protezione dei Dati Personali sui canali Rai per sensibilizzare l’utenza a prestare maggiore attenzione a situazioni apparentemente prive di rischi, ma che invece nascondono molte insidie. Ad esempio il phishing, cioè la ricezione di mail o messaggi che richiedono di cliccare link fornendo informazioni sensibili, come codici bancari: su Noi Magazine tutte le informazioni utili per difendersi dai “pescatori” fraudolenti di dati, nell’ambito dell’adesione di Società Editrice Sud al Manifesto di Pietrarsa, l’iniziativa del GPDP per l’educazione digitale delle giovani generazioni.

 

Edizione di Messina

In prima pagina il premio intitolato a Milena Visalli, e  promosso – in collaborazione con il Kiwanis Peloro - dalla famiglia della giovane motociclista, vittima di un incidente stradale a Messina nel 2020. L’iniziativa sarà presentata al Comune il prossimo 20 gennaio, e coinvolgerà le scuole superiori chiamate a realizzare un manifesto ispirato ai valori della sicurezza stradale e della tutela della vita. Ampio spazio poi alle redazioni di due prestigiosissimi licei classici messinesi, che raccontano la realizzazione dei rispettivi giornali scolastici, Koinè per il “Maurolico” e Stoà per il “La Farina”, e dell’atteso appuntamento con la pubblicazione all’interno della Gazzetta del Sud, che ne rilancerà la diffusione amplificando il canale di comunicazione studentesca: oggi mercoledì 11 gennaio all’interno dell’edizione di Messina si troverà Stoà, il giornale scolastico del Liceo la Farina, mentre sabato 14 gennaio sarà pubblicato Koinè, il giornale del Liceo Maurolico.  Un’opportunità che SES offre a tutte le scuole, con speciale attenzione per quelle che partecipano al progetto “Gazzetta del Sud in classe con Noi Magazine”: per informazioni è possibile contattare l’azienda al numero 0902261.

Una riflessione sul futuro e sul valore della bellezza proviene dal Liceo Galilei di Spadafora, mentre il Liceo Archimede propone un’accurata analisi sulle fonti rinnovabili di energia. Sempre in primo piano i temi letterari e culturali: l’IIs Jaci esprime la meraviglia provata di fronte all’imponenza dei Bronzi di Riace, durante la visita al Marc, il Museo archeologico di Reggio, mentre l’Ic Drago ha condotto i suoi piccoli alunni e alunne delle prime elementari in libreria, per un magico viaggio tra parole e immagini. Il Liceo Maurolico approfondisce il rapporto tra Verga e il cinema, discusso durante il convegno tenutosi all’IIs Verona Trento, mentre l’Ic Gravitelli Paino ha scoperto le bellezze della città di Catania, tra cui i musei dedicati all’arte cinematografica e alla storia del secolo scorso. L’Ic S. Margherita ha invece coinvolto numerose classi in una rappresentazione teatrale ispirata alla tradizione popolare che ha saputo rendere tutti protagonisti.

Le emozioni delle festività appena trascorse animano le pagine del primo numero di Noi Magazine del nuovo anno:  l’IIS Copernico di Barcellona ricorda l’intensa partecipazione al presepe vivente di Furnari con una matrice identitaria che ha avvicinato i 150 figuranti, mentre l’Ic Paradiso ha assistito al coinvolgente spettacolo musicale tematico al Palacultura. L’Ic Venetico ricorda che il più grande dono di Natale è… il Natale stesso, mentre l’Ic Cannizzaro Galatti ha vinto il meritatissimo premio per il miglior mini presepe al 40. Concorso promosso dal Santuario di Calvaruso a Villafranca Tirrena, ispirandosi alle parole di papa Francesco, “Portate luce negli angoli più bui”, e augurando pace all’Ucraina.  E anche l’Ic Mazzini dedica un pensiero ai bimbi che hanno vissuto il Natale con la paura della guerra. Musica e solidarietà al Collegio S. Ignazio, con il concerto proposto dalla scuola media, il mercatino solidale della Primaria e il piccolo grande dono offerto da alunne e alunni alla casa famiglia del Cirs che accoglie mamme e bimbi in difficoltà.

Riprende il tour della legalità nelle scuole promosso dai carabinieri, con donne e uomini dell’Arma impegnati in una capillare opera di dialogo con i giovani in città e in provincia sulle tematiche di attualità come il bullismo e la violenza di genere. E al  risveglio delle coscienze in Iran, contro i soprusi del regime in particolare verso le donne,  si richiamano l’ITT Majorana di Milazzo e l’Ic Manzoni Dina e Clarenza, mentre l’Ic Mazzini Gallo esprime disapprovazione per il mancato rispetto dei diritti umani rievocando le polemiche sorte attorno agli ultimi Mondiali di calcio in Qatar.    Dall’Ic Mazzini invece arriva una riflessione sulla paura, emozione sgradevole, ma da sapere riconoscere e superare.

Straordinario il bilancio della 7. edizione di #ioleggoperché, l’iniziativa che ha fatto donare oltre mezzo milione di libri alle biblioteche scolastiche italiane: a partecipare anche l’Ic Secondo di Milazzo che racconta pure l’esperienza immersiva nella lettura vissuta con Libriamoci. L’Ic Tremestieri festeggia l’inaugurazione della nuova biblioteca scolastica, mentre l’Ic Pascoli Crispi presenta i laboratori inclusivi in cui si realizzano supporti didattici pensati per alunni in difficoltà ma utili a tutti.  L’Ic Foscolo di Barcellona celebra l’impegno ecologista assieme a Legambiente piantando un albero in ricordo di una compianta maestra.

Il sociologo Unime prof. Marco Centorrino  approfondisce il percorso di “mediamorfosi” che ha portato alla nascita dell’audiolibro, un canale diverso per fruire di un contenuto tradizionale.

Nella pagina Atenei dello Stretto l’ampia intervista della redazione di UniVersoMe al rettore dell’Università di Messina Salvatore Cuzzocrea, nuovo presidente della Crui, la Conferenza dei rettori italiani, che traccia un bilancio dei traguardi raggiunti nel 2022 e di quelli prospettati per  l’anno appena aperto, al fine di rendere l’Ateneo peloritano capace di tracciare l’identità “giovane” di un territorio, marcandone il senso di appartenenza, ma offrendo concretamente servizi e strutture necessari per rendere effettivo il diritto allo studio.  Sempre da Unime arriva l’annuncio del premio vinto da una specializzanda in Chirurgia vascolare.

 

Edizione di Catanzaro-Crotone-Lamezia-Vibo

In prima pagina l'approfondimento sul cyberbullismo da parte delle terza classe della Secondaria di Filogaso (Ic di Sant'Onofrio). Spazio anche al progetto #ioleggoperché che all'Istituto comprensivo "Cutuli" di Crotone ha dato vita a un'appassionante gara tra alunni e alunne delle prime, seconde e terze classi ispirata alla trasmissione televisiva "Per un pugno di libri". Lettura sempre in primo piano anche all'Omnicomprensivo di Filadelfia dove diversi plessi sono stati coinvolti nell'iniziativa "Voce di vento" con l'associazione "Terra di Mezzo" e con la lettura di libri ad alta voce. Racconta del profondo legame tra Patroclo e Achille la rubrica "Gossip nel mondo antico" del Liceo Classico "Borrelli" di Santa Severina (Crotone) che offre anche curiosità su Didone, Euripide e il "brodo nero", la pietanza più amata dagli Spartani che però  disgustò un re. Sempre in terza pagina "Letti per Noi" a cura della Secondaria di I Grado di Vena Superiore (Ic Primo Circolo Vibo) che propone la storia di Deucalione e Pirra per "Ciao Europa" e i Bronzi di Riace, tesoro della Calabria, per "Cara Italia".

La festività di San Martino dedicata alla riscoperta di antichi sapori e alla condivisione per il plesso di Bivona (Ic Vespucci di Vibo Marina) mentre per l'IIS Costanzo di Decollatura (Cz) l'82esima Fiera è stata occasione per mettere in mostra le peculiarità e le eccellenze dei vari indirizzi in un irresistibile mix di fisica, scienze, creatività, filosofia e agraria. Ricca di emozioni l'esperienza Erasmus in Germania per un gruppo di studentesse del Liceo Campanella di Lamezia Terme, mentre il Liceo Scientifico Berto di Vibo Valentia offre spunti di riflessione sulle ripercussioni che uno scorretto uso del web può avere sull'alimentazione e sul comportamento. Emozioni a Vibo Marina dove l'Orchestra dell'Ic Vespucci ha toccato e fatto vibrare le corde dei cuori nel corso del concerto di Natale.

Edizione di Cosenza

Il primo numero dell’anno di Noi Magazine presenta una best practice: ovvero l’illustrazione di un modello di scuola virtuoso (lanciato in Veneto) che mira a creare un ambiente di apprendimento ideale per studentesse e studenti. Come? Ad esempio istituendo il giudizio narrativo, ovvero non legato necessariamente al voto secco. Ma un ambiente ideale si crea anche attraverso la sensibilizzazione riguardo a temi sociali. A tal proposito, le scuole di Cariati e Mirto hanno celebrato  la Giornata mondiale dei diritti delle persone con disabilità. Ma la scuola è anche (e sempre più) un trampolino verso il mondo del lavoro grazie alla presenza dei PCTO. L’Alberghiero di Acri ha fatto vivere un’esperienza indimenticabile alle proprie alunne e ai propri alunni che si sono cimentati nella distillazione di erbe grazie all’accoglienza di un’azienda locale. C’è pure chi riesce a eccellere in altri settori come la cinematografia: l’Istituto Professionale “Gabriele” di Tortora ha vinto il prestigioso concorso (sezione scuole) del Digital Media Fest di Roma. Un premio di rilievo anche per lo studente Eugenio Novellis dell'Iis “Majorana” di Corigliano-Rossano in occasione della Fiera della meccanizzazione agricola di Bologna. C’è ancora l’eco delle festività natalizie in alcuni comuni. Mandatoriccio, ad esempio, ha messo in scena un presepe vivente che ha catalizzato l’attenzione di un pubblico numeroso: molto attivo, in questa circostanza, l’Istituto comprensivo. Sempre durante le feste, il Polo tecnico-scientifico Brutium ha realizzato… l’angelo del riciclo, composto da quelle mascherine che evocano tristi ricordi. Un modo per esorcizzare il periodo negativo vissuto anche e soprattutto dal mondo della scuola, e per pensare al futuro che richiede a tutti più coscienza ambientalista. Una stampella importante, in epoca pandemica, è stata ed è rappresentata dalla tecnologia: l’Ic di Quattromiglia Rende ha attinto a piene mani e sta utilizzando il Coding per alimentare le competenze dei più piccoli. Commosso il ricordo del Liceo Classico di San Demetrio per il compianto avvocato Giuseppe D’Amico che ha ispirato una giornata indimenticabile. Così com’è stata indimenticabile la presentazione al presidente della Regione, Roberto Occhiuto, del nuovo portale dedicato alla Calabria ideato dalla docente dell’IC Commenda Rende, Carmela Formoso: al governatore la lettera dei piccoli studenti e studentesse. A Corigliano Rossano, infine, si lavora al contrasto del bullismo e del cyberbullismo: la Pro loco mira ad arginarli attraverso la formazione nelle scuole.

Edizione di Reggio

Una campagna contro lo spreco alimentare. L'Istituto comprensivo di Varapodio ha avviato una vera indagine per promuovere un consumo consapevole. Le ragazze ed i  ragazzi hanno chiesto ai commercianti, dalla bottega alla grande distribuzione, quali filiere utilizzano per lo smaltimento del cibo una volta che non è più utilizzabile per il consumo, un percorso raccontato poi in un cartellone. L'istituto comprensivo di Delianuova traccia un bilancio delle 16 giornate di attività messe in campo per  rivendicare l'eliminazione della violenza alle donne e promuovere il rispetto dei  diritti umani. Un percorso racchiuso in un video in cui la comunità studentesca lancia il suo appello per rompere il muro del silenzio che spesso accompagna questi fenomeni. Le classi della primaria dell'Istituto comprensivo Radice Alighieri rivendicano i diritti dei più piccoli, attraverso disegni ribadiscono come la Costituzione e l'Agenda 2030 rappresentino dei veri strumenti di tutela affinché ogni bambino possa vivere un'infanzia serena.  Un viaggio nella storia per capire le differenze tra il sud e il nord del mondo è stato compiuto dall'istituto comprensivo Giovanni XXIII di Villa: le classi hanno approfondito con un metodo interdisciplinare le vicende che hanno generato l'arretratezza e la povertà di alcuni continenti e lo sviluppo di altri. Dedicate al Natale le attività messe in campo dall'istituto comprensivo Giuseppe Moscati, ragazze e ragazzi hanno riprodotto la natività creando le suggestive atmosfere del presepe vivente. Un appello di pace arriva dai più piccoli della scuola dell'infanzia paritaria Disney che attraverso il canto hanno dato voce alle loro speranze per questo anno appena cominciato.

L'Università Mediterranea rilancia l'attività dei dipartimenti della facoltà di Architettura, che ha segnato la nascita dell'Ateneo reggino. Una grande storia, base solida su cui progettare il futuro.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook