Domenica, 19 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Nuovo Dpcm, vertice sulle restrizioni. Prossimo week-end in arancione o rosso. C'è anche la zona bianca
LA DECISIONE

Nuovo Dpcm, vertice sulle restrizioni. Prossimo week-end in arancione o rosso. C'è anche la zona bianca

Non si esclude che il provvedimento possa essere firmato anche entro stasera
dpcm, governo, ordinanza, Sicilia, Cronaca
consiglio dei ministri

È previsto in giornata un nuovo vertice di Governo in vista del nuovo provvedimento sulle restrizioni da adottare dopo il 7 gennaio. Si lavora per chiudere a breve l’ordinanza ponte del ministro della Salute, Roberto Speranza, in vigore fino al 15 gennaio, data di scadenza dell’ultimo Dpcm. Non si esclude che il provvedimento possa essere firmato anche entro stasera.

Il Governo sta lavorando sulle misure da adottare dopo il 7 gennaio.Tutta Italia, il prossimo weekend (quello del 9 e 10 gennaio) potrebbe essere arancione: sembra l'ipotesi più probabile per cercare di rallentare la circolazione del virus, ma sul tavolo anche la soluzione di portare tutto il Paese in zona rossa sempre per sabato e domenica.

«Stiamo facendo fare un approfondimento ai tecnici in modo da abbassare le soglie dell’Rt per accedere in zona rossa o arancione. Misura che incide sul modello della zonizzazione». Così si è espresso, infatti, Speranza, in merito alla cosiddetta «ordinanza ponte». Attesi, intanto, per l’8 gennaio i dati della cabina di regia per il monitoraggio e «un certo numero di Regioni dovrebbero cambiare fascia». Speranza annuncia che il prossimo fine settimana tutta Italia potrebbe essere zona rossa. Al momento è confermata la ripresa delle scuole elementari e medie dal 7 gennaio, mentre per decidere se tornare alle superiori si attendono i dati del monitoraggio.

Al vaglio del governo anche la "zona bianca". L'idea sarebbe arrivata dal ministro Dario Franceschini che ha proposto la creazione di una quarta fascia di rischio. Le regioni coinvolte vanteranno indicatori migliori rispetto a quelli della zona gialla. Qui, è l'ipotesi avanzata dal ministro della Cultura, potrebbero aprire i luoghi della cultura, come musei, teatri, sale da concerto e cinema.

 

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook