Martedì, 26 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Locatelli (Cts): "Obbligo Green pass esteso a statali e operatori pubblici"
CORONAVIRUS

Locatelli (Cts): "Obbligo Green pass esteso a statali e operatori pubblici"

«Se si raggiungerà l’obiettivo del 90% di popolazione immunizzata, potremo pensare a riaprire tutto, a eliminare le limitazioni»

Il Green pass va mantenuto anche dopo le riaperture complete. La fine delle limitazioni può avvenire con il 90% della popolazione italiana vaccinata. A sostenerlo, in un’intervista a 'Il Messaggero', è il coordinatore del Comitato tecnico scientifico Franco Locatelli. «Se si raggiungerà l’obiettivo del 90% di popolazione immunizzata, potremo pensare a riaprire tutto, a eliminare le limitazioni».

E il Green pass? Possibile eliminarlo come sta facendo la Danimarca? «Su questo sarei molto più cauto - risponde - so che c'è chi ritiene che il Green pass sia soltanto uno modo per incentivare la vaccinazione, ma io invece sono convinto che sia anche un importante strumento di salute pubblica». Il coordinatore del Cts si dice favorevole ad estenderlo a partire dalla Pubblica Amministrazione e dalle forze dell’ordine.

Riguardo alla terza dose di vaccino, «non è per nulla scontato», spiega Locatelli, che «sarà necessaria per tutta la popolazione». In ogni caso, «se dovesse servire, l’Italia ha dosi sufficienti per i prossimi due anni per tutti i cittadini». Il ministro Speranza ha parlato di possibili chiusure nel caso di una recrudescenza dell’epidemia. «Al momento però - dichiara Locatelli in un’altra intervista al 'Corriere della Serà - non ci sono condizioni che prefigurino un’evoluzione dell’epidemia tale da dover ricorrere a queste misure. È un bene, tuttavia, ricordarlo come possibile scenario».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook