Domenica, 27 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura È morto il giornalista e scrittore Gianni Mura, ha raccontato lo sport italiano degli ultimi decenni
AVEVA 74 ANNI

È morto il giornalista e scrittore Gianni Mura, ha raccontato lo sport italiano degli ultimi decenni

giornalismo, Gianni Mura, Sicilia, Cultura
Gianni Mura

E’ morto Gianni Mura, storica firma dello sport di Repubblica, giornalista tra i più influenti e apprezzati del Paese. Aveva 74 anni. Mura era nato a Milano il 9 ottobre del 1945 e la sua carriera iniziò a 19 anni quando entrò come praticante sotto la direzione di Gualtiero Zanetti alla «Gazzetta dello Sport» nel 1964. L’anno dopo conobbe Gianni Brera a cui fu legato da una lunga amicizia.

Raccontò nel coccodrillo scritto per il giornalista di San Zenone Po che l’appuntamento iniziò con una raccolta di uova «facendo attenzione a un’oca feroce ribattezzata De Gaulle». Nello stesso anno, il 1965, dopo aver seguito il calcio delle diverse categorie, fu inviato come corrispondente al Giro d’Italia per seguire il ciclismo, sua grande passione. Iscritto all’ordine dei giornalisti dal 1967 lavorò con il Corriere d’Informazione, Epoca e L’occhio mentre dal 1976 approdò a «La Repubblica», appena fondata.

Seguì le Olimpiadi di Montreal dello stesso anno e per il quotidiano iniziò la sua storica rubrica domenicale «Sette giorni di cattivi pensieri». Inventando anche altri appuntamenti fissi come «L'intervista al campionato» e i «100 nomi dell’anno di Mura». Giornalista influente e scrittore prolifico, tra i tanti libri nel 2007 pubblicò il suo primo romanzo: «Giallo su Giallo» vincitore del premio Grinzane - Cesare Pavese per la narrativa, ambientato durante lo svolgimento dell’amato Tour De France.

Alla stessa corsa il giornalista aveva dedicato «La Fiamma Rossa. Storie e strade dei miei Tour» del 2008. Al ciclismo erano legati alcuni dei suoi aneddoti più divertenti come ad esempio quando passò di nascosto le sigarette al Cannibale Eddy Merckx durante il Giro, e al ciclismo dichiarò amore dicendo una volta: «Gli Europei sono lavoro, il Tour è una vacanza». E’ stato direttore della rivista di Emergency «E - il mensile» nel 2011 mentre nel 2015 aveva iniziato la sua rubrica su Scarp de tenis dal titolo «Le storie di Mura».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook