Martedì, 28 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Rc auto, slitta l'assicurazione familiare e in arrivo rincari per chi ha causato un incidente
I DATI

Rc auto, slitta l'assicurazione familiare e in arrivo rincari per chi ha causato un incidente

Oltre 1,2 milioni di italiani vedranno aumentare la propria classe di merito e quindi il costo dell'assicurazione dell'auto in questo 2020. Si tratta di persone che hanno causato un incidente e che quindi dovranno pagare di più la polizza. E intanto slittano le nuove norme sulle assicurazioni "Rc auto familiare" previste dal decreto milleproroghe: entreranno in vigore il 16 febbraio. Ci sarà più tempo, quindi, per capire vantaggi e svantaggi di questa misura che prevede, fra l'altro, di estendere l’obbligo per le imprese di assicurazione di assegnare la classe di merito più favorevole nell’ambito dei componenti del nucleo familiare e che il contratto più favorevole può essere esteso anche ad altri tipi di veicoli (alle moto per esempio).

Permangono però ancora dubbi sui reali vantaggi della Rc auto familiare. Si calcola che potranno beneficiarne circa 2 milioni di polizze con diminuzione dei premi pagati che possono arrivare anche al 50% mentre resteranno fuori 40 milioni di veicoli. E le compagnie potrebbero rifarsi su questi per recuperare i mancati introiti causati dalla nuova norma. Ovviamente, non si sa ancora in che modo: se spalmati in maniera omogenea su tutti i clienti che non beneficeranno della rc auto familiare o se concentrati nelle classi di merito più alte.

Secondo stime elaborate dell’Osservatorio Facile.it per Il Sole 24 Ore del Lunedì ci potrebbe essere un potenziale rincaro medio del 2,6% che equivale in media a 14,10 euro a testa.

Ma potrebbe non essere l'unico rincaro per i titolari di una polizza Rc auto. Sempre secondo Facile.it il nuovo anno si apre con una brutta notizia per quasi 1,2 milioni di italiani; tanti sono gli automobilisti che, secondo l’osservatorio Rc auto di Facile.it, a causa di un sinistro con colpa dichiarato nel 2019 dovranno fare i conti con un peggioramento della propria classe di merito e, di conseguenza, un premio RC auto più caro rispetto a quello pagato l’anno prima.

Buone notizie, invece, per gli automobilisti virtuosi; a dicembre 2019, secondo l’osservatorio RC auto di Facile.it, per assicurare un veicolo occorrevano, in media, 536,16 euro, vale a dire il 7,67% in meno rispetto allo stesso periodo del 2018.

In Sicilia

Il nuovo anno si apre con una brutta notizia per più di 66.800 siciliani; tanti sono gli automobilisti della regione che, secondo l’analisi di Facile.it, a causa di un sinistro con colpa dichiarato nel 2019 dovranno fare i conti con un peggioramento della propria classe di merito e, di conseguenza, un premio RC auto più caro; sempre in virtù dell’incidente causato, per loro non sarà nemmeno possibile ricorrere alla nuova Rc familiare.

In termini percentuali si tratta del 2,89% del campione analizzato, valore non solo inferiore a quello nazionale (3,76%), ma anche al dato regionale rilevato nel 2018 (2,97%).

Analizzando la graduatoria delle province siciliane, al primo posto si trova Trapani (3,69%); seguono Palermo (3,49%) e Siracusa (3,18%). Valori inferiori alla media regionale, invece, per Caltanissetta (2,88%), Messina (2,78%) e Ragusa (2,51%). Chiudono la classifica Catania (2,34%), Agrigento (1,72%) ed Enna (1,35%).

Buone notizie, invece, per gli automobilisti virtuosi; per assicurare un veicolo in Sicilia a dicembre 2019 occorrevano, in media, 538,75 euro, ovvero il 2,71% in meno rispetto allo stesso periodo del 2018.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook