Giovedì, 14 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
AL QUIRINALE

I ministri hanno giurato, adesso il governo Conte prende il via ufficialmente

conte bis, giuramento, governo, ministri, Alfonso Bonafede, Dario Franceschini, Elena Bonetti, Enzo Amendola, Fabiana Dadone, Federico D'Incà. Riccardo Fraccaro, Francesco Boccia, Giuseppe Conte, Giuseppe Provenzano, Lorenzo Fioramonti, Lorenzo Guerini, Luciana Lamorgese, Luigi Di Maio, Nunzia Catalfo, Paola De Micheli, Paola Pisano, Roberto Gualtieri, Roberto Speranza, sergio costa, Stefano Patuanelli, Teresa Bellanova, Vincenzo Spadafora, Sicilia, Politica
Conte tra il sottosegretario Riccardo Fraccaro ed il ministro degli Esteri Luigi Di Maio

Il governo Conte ha giurato. E' dunque nella pienezza dei poteri. 

Conte ha firmato con la propria penna, che ha estratto dal taschino della giacca, e non utilizzando quella a disposizione sul tavolo. Quindi ha preso posto accanto al presidente della Repubblica. Conte, e come lui tutti i ministri, ha pronunciato la formula del giuramento, che è: "Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell'interesse esclusivo della Nazione".

Poco dopo le 11 il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha suonato la campanella, nel tradizionale passaggio che precede il primo Consiglio dei ministri di ogni nuovo governo.

Il premier, che succede a se stesso, è stato accolto a Palazzo Chigi dal segretario generale Roberto Chieppa, che poi gli ha passato la campanella, che da tradizione viene consegnata da un premier all'altro. Insieme a lui anche il sottosegretario uscente alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti e Riccardo Fraccaro che gli succede a Palazzo Chigi. Tra i due una stretta di mano.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook