Lunedì, 19 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo

"Il traditore", ovazione a Cannes per il film su Tommaso Buscetta: le foto del cast sul red carpet

Al festival di Cannes ci sono stati applausi entusiastici e una lunga ovazione al termine della proiezione al Grand Théâtre Lumière del film del regista italiano Marco Bellocchio 'Il traditore' in gara per la Palma d'oro.

La pellicola racconta la storia del primo grande pentito della mafia siciliana, Tommaso Buscetta.

L'Italia punta tutto su di lui, unico regista nostrano in concorso per la Palma d'oro al Festival di Cannes.

Sulla Croisette approda dunque Bellocchio con un film che racconta la storia di Tommaso Buscetta, il primo grande pentito di mafia.

Il film è stato presentato lo stesso giorno in cui esce nelle sale. Una data non casuale, il 23 maggio: quella della strage di Capaci in cui persero la vita nel 1992 il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e tre agenti della scorta.

Ad interpretare il 'boss dei due mondi' è Pierfrancesco Favino, per la prima volta a Cannes.

Accanto a lui Fausto Russo Alesi nei panni del grande magistrato ucciso da Cosa Nostra, Luigi Lo Cascio è Totuccio Contorno. Col suo 'tradimento', Buscetta ha svelato l'esistenza della cupola mafiosa e l'ascesa dei corleonesi di Totò Riina e Bernardo Provenzano. Alcune scene sono state girate nell'aula bunker di Palermo, là dove si tenne il maxi processo e dove Buscetta si dichiara uomo d'onore, non un pentito, perchè è la mafia che è cambiata.

Un film che ha iniziato a far discutere prima ancora del suo arrivo sul grande schermo, con Giovanni Montinaro, figlio di Antonio Montinaro, caposcorta di Giovanni Falcone morto nell'attentato di Capaci, che ha bollato la scelta del 23 maggio come "solo marketing" e "decisamente offensivo".

Al di là delle polemiche, la sfida per la Palma d'oro è ardua, considerati i nomi degli altri registi in gara e i cast stellari.

Bellocchio è un maestro del cinema italiano con alle spalle film come 'I pugni in tasca', 'Sbatti il mostro in prima pagina', 'L'ora di religione', 'Buongiorno, notte'. Ma deve vedersela con veterani pluripremiati sulla Crosiette quali Ken Loach e i fratelli Dardenne, con il loro cinema sociale impegnato particolarmente apprezzato Oltralpe, Pedro Almodovar, che per la sua 'quasi autobiografia' schiera Antonio Banderas e Penelope Cruz, per non parlare del cast stellare dello zombie movie di Jim Jarmusch (Bill Murray, Iggy Pop, Selena Gomez, Tilda Swinton, Tom Waits e il rapper Rza) e di Quentin Tarantino, che mette insieme per la prima volta nientemeno che Brad Pitt e Leonardo DiCaprio.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook