Sabato, 26 Novembre 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Foto Sport Bologna ko con l'Empoli. Lo Spezia rimonta la Sampdoria. Il Sassuolo beffa il Torino al 93'

Bologna ko con l'Empoli. Lo Spezia rimonta la Sampdoria. Il Sassuolo beffa il Torino al 93'

Bologna-Empoli 0-1

Rete: 30' st Bandinelli
Bologna (4-2-3-1): Skorupski 5.5; De Silvestri 6 (12' st Kasius 6), Posch 6, Lucumì 6, Cambiaso 6; Medel 6 (34' st Aebischer sv), Schouten 6 (34 st’Vignato sv); Orsolini 6.5 (42' st Zirkzee 6), Soriano 5.5 ( 12' st Dominguez 6), Barrow 6; Arnatuovic 6.5. In panchina: Bardi, Sosa, Moro, Bonifazi, Ferguson, Lykogiannis, Bagnolini. Allenatore: Thiago Motta 6
Empoli (4-3-1-2): Vicario 6.5; Stojanovic 6, Ismajli 6, Luperto 6, Parisi 6; Haas 6 (35' st Pjaca sv), Marin 6 (20' st Grassi 6), Bandinelli 6.5 (34' st Fazzini sv); Bajrami 6 (20' st Henderson 6); Lammers 6.5, Satriano 6 (13' st Cambiaghi 6). In panchina: Perisan, Cacace, Walukiewicz, De Winter, Ekong, Degli Innocenti, Ujkani. Allenatore: Zanetti 6.5
Arbitro: Volpi di Arezzo 6
Note: Ammoniti: Kasius, Dominguez, Grassi, Henderson, Fazzini. Angoli: 4-7. Recupero: 2' pt, 6' st

BOLOGNA - Parte male il nuovo Bologna di Thiago Motta, che viene sconfitto di misura dall’Empoli per 0-1, nonostante una buona prova messa in scena davanti ai tifosi presenti al "Dall’Ara". Primo successo in campionato, invece, per gli azzurri di mister Zanetti. Inizio gara vivace da parte dell’undici toscano che sfrutta un paio di indecisioni degli emiliani trovando però sempre un attento Skorupski. I rossoblù col passare dei minuti prendono però coraggio e si fanno vedere più spesso in avanti, dirigendo abilmente il gioco anche grazie al continuo movimento del tridente offensivo schierato alle spalle di Arnautovic. Primo tempo equilibrato, con le due squadre più intente a studiarsi e a prendere le misure che a creare iniziative offensive potenzialmente pericolose. Poche emozioni fino all’inizio della ripresa, in cui le formazioni si allungano, cercando maggiori spunti in attacco ma senza mai scoprirsi troppo. Al 60' episodio dubbio nell’area dell’Empoli, con il fallo di mano inizialmente fischiato da Volpe ai danni di Stojanovic. Calcio di rigore assegnato dall’arbitro ma poi revocato grazie all’ausilio del Var, che segnala nell’azione la posizione di fuorigioco di Cambiaso.
Empoli che resta basso, anche dopo le sostituzioni di Zanetti, e Bologna che continua a rendersi pericoloso con Orsolini e Arnautovic, senza però trovare la via della rete. Al minuto 62 Vicario salva ancora i toscani con un grande intervento sulla conclusione pericolosa di Orsolini, comunque vana a causa dell’ennesimo fuorigioco emiliano. Svolta della gara che arriva tuttavia in favore dell’Empoli. Ad un quarto d’ora dalla fine capovolgimento di fronte per la formazione di Zanetti, con l'inserimento di Henderson e la ribattuta in rete di Bandinelli sull'intervento poco preciso di Skorupski. Vantaggio Empoli e Bologna a trazione anteriore, con il palo colpito da Arnautovic al 77' e la traversa, nel recupero, sulla quale si infrange la deviazione di Zirkzee. Gara che si conclude con la vittoria dell’Empoli, al primo successo del campionato.

Spezia-Sampdoria 2-1

Reti: 11' pt Sabiri, 12' pt Murillo (aut.), 27' st Nzola

Spezia (3-5-2): Dragowski 7; Ampadu 6 (42' st Caldara sv), Kiwior 6.5, Nikolaou 6.5; Holm 7, Kovalenko 6 (26' st Ekdal 6), Bourabia 6, Bastoni 5.5 (14' st Agudelo 6.5), Reca 6 (26' st Hristov 6); Gyasi 6.5 (42' st Ellertsson sv), Nzola 7. In panchina: Zoet, Zovko, Beck, Ferrer, Sher, Strelec, Sanca. Allenatore: Gotti 6.5.
Sampdoria (4-1-4-1): Audero 6; Bereszynski 5.5, Ferrari 5.5 (1' st Colley 5.5), Murillo 5, Augello 6; Villar 5.5 (16' st Vieira 6); Leris 5.5 (26' st Gabbiadini 6), Rincon 6, Sabiri 7.5, Djuricic 5 (36' st Verre sv); Caputo 5.5 (35' st Quagliarella sv). In panchina: Contini, Amione, Conti, Pussetto, Yepes, Murru. Allenatore: Giampaolo 5 (in panchina il vice Conti).
Arbitro: Sozza di Seregno 6.
Note: Ammoniti: Ferrari, Bastoni, Villar, Kovalenko, Leris, Djuricic, Ellertsson, Nzola, Murillo. Angoli: 3-5. Recupero: 1' pt, 4' st.

LA SPEZIA - Lo Spezia ribalta la Sampdoria ed entra nel migliore dei modi alla prima sosta del campionato. Secondo successo per gli aquilotti che volano a 8 punti in classifica, ben 6 in più dei blucerchiati, ancora senza vittorie: la apre Sabiri, poi l’autogol di Murillo e la rete del definitivo 2-1 di Nzola. E' fin da subito una gara fisica, ricca di contrasti e con episodi tesi. Si parte a ritmi alti e bisogna aspettare solo 11 giri d’orologio per il primo sigillo che apre la contesa. A inventarsi l'eurogol è Sabiri: l’ex Ascoli punisce il club spezzino dai 30 metri, con una traiettoria pressoché imprendibile a battere Dragowski. La gioia degli ospiti dura a malapena un minuto. Al 12', lo Spezia avanza sulla destra con Holm, cross in mezzo e deviazione sfortunata di Murillo che beffa il suo portiere proprio davanti alla curva blucerchiata. Gyasi e Nzola si muovono molto, creando diversi grattacapi alla difesa avversaria. Lo stesso Nzola al 33' reclama un rigore per fallo di un distratto Murillo, ma Sozza della sezione di Seregno lascia proseguire.
Lo Spezia gestisce il possesso, mentre la Sampdoria cerca di colpire in contropiede con la fantasia di Djuricic e Sabiri. Il primo tempo va in archivio dopo una fase spezzettata della gara e numerose interruzioni. Giampaolo (in tribuna per via della squalifica) non rischia Ferrari (già ammonito) e lo rileva a inizio ripresa per inserire Colley. Al 53' Caputo si trova davanti a Dragowski, ma calcia addosso al portiere di casa. Dall’altro lato è Audero a salvare momentaneamente i suoi con un colpo di testa a botta sicura di Ampadu deviato dal portiere ex Juve. Sabiri ci riprova con un gol dei suoi al 66', quando da calcio di punizione trova un’altra opposizione di Dragowski. E’ dalla destra che lo Spezia la rimonta definitivamente: cross del solito Holm e inserimento coi tempi giusti di Nzola che trova la zampata del 2-1 al minuto 72. Nel finale gli ingressi di Gabbiadini e Quagliarella non incidono per la Samp, anche se al 94' Dragowski si supera per fermare il bomber blucerchiato e salvare il risultato.

Torino-Sassuolo 0-1

Rete: 48' st Alvarez

Torino (3-4-2-1): Milinkovic-Savic 6; Dijdij 6.5 (33' st Zima sv), Schuurs 6, Buongiorno 5.5; Singo 6, Linetty 5.5, Lukic 6.5, Lazaro 6 (13' st Aina 6); Radonjic 5 (13' st Pellegri 5), Vlasic 6; Seck 5.5 (13' st Sanabria 5) In panchina: Berisha, Bayeye, Karamoh, Ilkhan, Adopo, Garbett, Gemello. Allenatore: Juric 6.
Sassuolo (4-3-3): Consigli 6; Toljan 6, Ayhan 6.5, Ferrari 6.5, Rogerio 6.5; Frattesi 6, Maxime Lopez 6, Harroui 5.5 (21' st Thorstvedt 6); Laurientè 5, Pinamonti 5.5 (41' st Alvarez 7), D’Andrea 5.5 (21' st Ceide 5.5). In panchina: Pegolo, Russo, Marchizza, Ayhan, Henrique, Obiang, Antiste, Kyriakopoulos. Allenatore: Dionisi 6.5
Arbitro: Baroni di Firenze 5.5.
Note:. Al 37' pt Var annulla gol a Lazaro per fuorigioco. Ammoniti: Buongiorno, Lazaro, Singo, Maxime Lopez, Juric, Linetty. Angoli: 4-3. Recupero: 2', 3'.

TORINO - Il Sassuolo piega 1-0 il Torino nel match valido per la settima giornata del campionato di Serie A, grazie al primo gol di Agustin Alvarez siglato in pieno recupero. Un successo che permette ai neroverdi di portarsi a quota 9 punti, a -1 dai granata che restano a 10. I primi a farsi vedere in fase offensiva sono i padroni di casa con Lukic che, dopo quattro minuti, colpisce la barriera su calcio di punizione. Al 10' il direttore di gara Baroni estrae il primo cartellino giallo della partita all’indirizzo di Buongiorno, reo di aver commesso un fallo ai danni del giovane D’Andrea, schierato a sorpresa da Alessio Dionisi. Tra i più attivi e propositivi nelle file granata c'è Seck, che in più frangenti prova a rendersi pericoloso, senza però creare grandi problemi a Consigli. I neroverdi, dal loro canto, fanno fatica ad affacciarsi dalle parti di Milinkovic-Savic, che deve disinnescare soltanto una velleitaria conclusione di D’Andrea. Al 37' Vlasic, su suggerimento di Singo, colpisce il palo e sulla ribattuta arriva Lazaro ad insaccare in rete. L’intervento del var, però, risulta decisivo per annullare la marcatura a causa di un fuorigioco di Vlasic. Le due squadre tornano negli spogliatoi sul parziale di 0-0.
Nella ripresa si ripete praticamente lo stesso copione della prima frazione di gara, con il Torino che va alla ricerca del gol del vantaggio e il Sassuolo che si difende in maniera ordinata. I tentativi più significativi sono quelli di Harroui e Djidji, i quali comunque non riescono a sbloccare il punteggio. Al 79' ci prova Laurienté direttamente su calcio di punizione, ma la conclusione viene agevolmente disinnescata da Milinkovic-Savic. Anche nel finale le emozioni latitano, ma in pieno recupero il Sassuolo trova il guizzo decisivo che vale il successo: al 93' Rogerio crossa per Alvarez che, con un perfetto colpo di testa, beffa Milinkovic-Savic, sigla il primo gol in A e regala i tre punti agli emiliani guidati da Alessio Dionisi.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook